9-13/15-19

Chiamaci per informazioni

392.30.86.761

051.19.98.29.53

Facebook

Linkedin

diretta live

whatsapp

Area iscritti

EXTRA

Cass., SSUU, sent. 21 dicembre 2017 sul contrasto interpretativo della Gelli – Bianco

Formazione Giuridica > Sentenze  > Sentenze penali  > Cass., SSUU, sent. 21 dicembre 2017 sul contrasto interpretativo della Gelli – Bianco

Cass., SSUU, sent. 21 dicembre 2017 sul contrasto interpretativo della Gelli – Bianco

Le Sezioni Unite tornano sul contrasto interpretativo sorto in merito al parametro applicativo dell’art. 590 sexies c.p.c. ed alla sua riferibilità alla colpa medica, a seguito dell’introduzione della legge Gelli – Bianco, n. 24/2017.

Sul punto, mentre un primo orientamento, espresso nella nota sentenza Cavazza (Cass. pen., Sez. IV, sent. 19 ottobre – 31 ottobre 2017, n. 50078), riteneva più favorevole la nuova disciplina poiché introduttiva di una causa di esclusione della punibilità nei casi di imperizia valida indipendentemente dalla gradazione della colpa dell’esercente le professioni sanitarie, un secondo orientamento, espresso nell’altrettanto nota pronuncia Tarabori (Cass. pen., Sez. IV, sent. 20 aprile – 7 giugno 2017, n. 28187) ritiene più favorevole la disciplina precedente, poiché esclude la rilevanza penale della colpa lieve nei contesti regolati da best practices e linee guida, queste ultime valorizzate anche come parametro di riferimento per la valutazione della gradazione della colpa.

Così rilevato il contrasto, la decisione è stata rimessa alle Sezioni Unite al fine di poter rappresentare con efficacia una soluzione metodologica univoca a tutte le situazioni di incertezza e di disorientamento in cui versano oggi le corti di merito.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Nessun commento

Lascia un commento