9-13/15-19

392.30.86.761

Chiamaci per informazioni

Facebook

Linkedin

diretta live

whatsapp

Area iscritti

EXTRA

Non è possibile partecipare alle gare successive a quella vinta

Formazione Giuridica > Sentenze  > Giustizia amministrativa  > Non è possibile partecipare alle gare successive a quella vinta

Non è possibile partecipare alle gare successive a quella vinta

La sentenza 17/2018 del Tar Toscana afferma che non è possibile partecipare alle gare successive a quella vinta, poiché ciò viola il principio di rotazione.

Tale principio si applica alle forniture, ai servizi, ai lavori e alle concessioni di importo inferiore alle soglie comunitarie, che, almeno per quanto riguarda le concessioni, dal primo gennaio 2018 sono di 5,5 milioni di euro. Non si applica, invece, alle concessioni di occupazione di spazi ed aree pubbliche.

La vicenda riguardava la gara a procedura negoziata, svolta, previo avviso esplorativo, per il servizio di ripristino della viabilità a seguito di sinistri stradali. Uno dei due concorrenti finali era il precedente aggiudicatario, così il Tar ha specificato che negli appalti sotto soglia vi è un alto rischio di consolidamento di posizioni anticoncorrenziali. Per tale motivo, la partecipazione del gestore alla gara indetta si poneva in contrasto con il principio di rotazione.

Il principio di rotazione è richiamato nell’art. 36 del D. Lgs. 50 del 2016 e la sua ratio trova ragione nell’ostacolare il consolidamento di posizioni anticoncorrenziali in capo al gestore uscente, che potrebbe sfruttare a proprio vantaggio le informazioni di cui dispone e la posizione privilegiata che occupa in quanto precedente aggiudicatario. In particolare, lo strumento è particolarmente utile nei mercati o settori in cui sono modeste le partecipazioni.

Inoltre, anche qualora il concorrente fosse l’unico partecipante alla gara il principio di rotazione, opera a monte e quindi escludendolo dalla partecipazione del bando.

Trattasi di principio abbondantemente richiamato nella giurisprudenza dei Tar, ad esempio, con riferimento a gare per forniture di prodotti alimentari nei distributori automatici di scuole e uffici pubblici, per forniture di servizi per eventi e manifestazioni comunali.

Nel contemperamento di tale principio di rotazione con l’esigenza della massima partecipazione alla gara, l’ordinamento permette alla stazione appaltante di motivare esaustivamente il rinnovo dell’incarico e di specificarne i motivi, quali, ad esempio, l’assenza di altri agenti economici.

Consulta la sentenza in esteso.

Iscriviti alla nostra Newsletter!

No Comments

Leave a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi