9-13/15-19

Chiamaci per informazioni

Facebook

Linkedin

diretta live

whatsapp

Area iscritti

EXTRA

Alla Corte Costituzionale La Legge Provvedimento Che Pone Una Data Fissa Per L’ammissione Degli Specializzandi Iscritti Ai Tirocini Formativi Attivi/Sostegno (Tfa/S) Al Concorso Riservato

Formazione Giuridica > Sentenze  > Giustizia amministrativa  > Alla Corte Costituzionale La Legge Provvedimento Che Pone Una Data Fissa Per L’ammissione Degli Specializzandi Iscritti Ai Tirocini Formativi Attivi/Sostegno (Tfa/S) Al Concorso Riservato

Alla Corte Costituzionale La Legge Provvedimento Che Pone Una Data Fissa Per L’ammissione Degli Specializzandi Iscritti Ai Tirocini Formativi Attivi/Sostegno (Tfa/S) Al Concorso Riservato

Cons. St., sez. VI, ord. caut., 9 febbraio 2021, n. 604

L’art. 1, comma 18-quater, d.l. n. 126 del 2010 sembra essere violativo dell’art. 3 Cost. ed in particolare dei principi di ragionevolezza che deve assistere ogni legge-provvedimento (nella specie giustificata ove ammette gli specializzandi ma non ove limita tale ammissione con un troppo rigido sbarramento temporale che non ha alcuna sua autonoma giustificazione a fronte della adozione delle diverse soluzioni divisate innanzi) e del principio di uguaglianza (ove discrimina fra soggetti che sono in situazioni del tutto similari tranne che per il profilo temporale) nonchè degli artt. 2, 32 e 34 Cost., ossia dei diritti fondamentali alla salute ed all’istruzione (ove restringe irragionevolmente la platea dei partecipanti alla selezione con possibile compromissione di tali valori evidentemente rilevanti nello svolgimento dell’insegnamento di sostegno a persone con disabilità) ed in ultimo degli artt. 97 Cost. (perché, pur in assenza di una attività riservata all’amministrazione, compromette con disposizioni di eccessivo dettaglio gli stessi interessi che la disposizione si propone di tutelare restringendo senza motivo la platea dei soggetti ammessi al concorso straordinario per soluzioni distoniche rispetto a quelle che – in assenza della norma – l’amministrazione avrebbe potuto tranquillamente adottare nella sua ordinaria attività di indizione dei concorsi) e 113 Cost. perché – legificando i bandi – sottrae senza motivazione alcuna alla tutela giurisdizionale le posizioni degli istanti lasciando al giudice amministrativo – per assicurare tutela – solo ed esclusivamente la strada della rimessione della norma al giudice delle leggi. 

LEGGI LA SENTENZA PER ESTESO

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Nessun commento

Lascia un commento