9-13/15-19

Chiamaci per informazioni

392.30.86.761

051.19.98.29.53

Facebook

Linkedin

diretta live

whatsapp

Area iscritti

EXTRA

I legami familiari in Italia ai fini dell’espulsione dello straniero

La prima Sezione civile della Corte di Cassazione con sentenza n. 781 del 15 gennaio 2019, pronuncia in tema di espulsione dello straniero. In primo grado, il giudice di pace ha accolto l’opposizione al provvedimento di espulsione di un cittadino albanese avverso il procedimento di espulsione emesso a suo carico, rappresentando che egli soggiornava nel territorio dello Stato con i propri genitori e frequentava regolarmente la scola professionale. L’espulsione avrebbe ostato alla sua regolarizzazione. Il Ministero dell’Interno impugnava la decisione del giudice di pace attraverso ricorso per Cassazione, nel quale rendeva conto che lo straniero maggiorenne non può essere regolarizzato per motivi...

Continua a leggere

Equivale a maltrattamento detenere 33 gatti in casa

La terza Sezione penale della Corte di Cassazione ha affrontato il caso del maltrattamento di animali, con la sentenza n. 1510 pubblicata il 14 gennaio 2019. Nei precedenti gradi di giudizio, la ricorrente per Cassazione è stata condannata per il reato di abbandono di animali, di cui all’art. 727 c.p., per aver detenuto, nella propria abitazione, 33 gatti. Gli animali erano detenuti in modalità tali da arrecare loro gravi sofferenze, incompatibili, con la loro natura, in ragione delle condizioni di sovraffollamento degli animali e di pessime condizioni di igiene dei luoghi.  Nel ricorso viene dedotto che il Tribunale aveva tratto dalle condizioni...

Continua a leggere

La Corte di Cassazione interpreta il reato di serrata

La sesta Sezione della Corte di Cassazione, con la sentenza n. 1334 dell’11 gennaio 2019, interviene in tema di serrata. Nel caso di specie si imputava all’agente la commissione del reato di interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità, di cui all’art. 340 c.p.. In particolare, in materia di traffico aereo. Il punto di partenza seguito dalla Corte nel suo iter logico è costituito dal dato testuale della norma incriminatrice, che, in linea con l'interesse tutelato, sanziona non solo la condotta che abbia comportato l'interruzione del servizio pubblico di cui si tratti, bensì anche il...

Continua a leggere

L’affidamento di cui al Codice Contratti viene rimesso alla CGUE

La quinta Sezione del Consiglio di Stato, con l’ordinanza n. 138 del 7 gennaio 2019, rimette alla Corte di Giustizia l’interpretazione dell’affidamento in house di cui all’art. 192, comma 2, del Codice dei Contratti pubblici. In particolare, viene rimessa alla Corte di Giustizia UE la questione se il principio di libera amministrazione delle autorità pubbliche e il principio di sostanziale equivalenza fra le diverse modalità di affidamento e di gestione dei servizi di interesse delle amministrazioni pubbliche di matrice eurounitaria osti a una normativa nazionale - come quella dell’art. 192, comma 2, del ‘Codice dei contratti pubblici, approvato con d.lgs. n....

Continua a leggere

Concorso nel reato di accesso abusivo al sistema informatico nello scambio di file protetti tra colleghi

La Corte di Cassazione, quinta Sezione penale, con la sentenza n. 565 dell’8 gennaio 2019, ha affinato la declinazione degli elementi costitutivi del reato di cui all’art. 615 ter c.p. Il caso di specie vedeva il concorso di due persone nel reato. L'attività materiale era stata posta in essere dal primo il quale, utilizzando l'account di posta elettronica attivato sul dominio della banca e a lui in uso, aveva inviato due e-mail alla casella di posta aziendale del secondo, dipendente della medesima banca, allegando un file excel contenente informazioni bancarie riservate, alle quali il secondo non avrebbe avuto accesso (nominativo del...

Continua a leggere

Alla Corte di Giustizia la trasparenza delle tariffe Ryanair

La sesta sezione del Consiglio di Stato, con ordinanza n. 7299 del 31 dicembre 2018, rimette alla Corte di Giustizia la questione riguardante gli oneri di web check-in, di tariffa amministrativa gravanti sul prezzo dei biglietti aerei quelli derivanti dall'applicazione dell'i.v.a. alle tariffe ed ai supplementi facoltativi per i voli nazionali. Nel caso all’origine della rimessione, si era comminata, ad una compagnia aerea, una sanzione pecuniaria per pratiche commerciali scorrette con riferimento alle seguenti voci di prezzo: gli oneri di web check-in, di “tariffa amministrativa” per acquisto con carta di credito, gravanti sul prezzo dei biglietti stessi, nonché quelli derivanti dall'applicazione...

Continua a leggere

Esame Avvocato 2018: abbinamento delle corti d’appello

Il 21 dicembre 2018 il Ministero della Giustizia ha emanato un decreto con il quale vengono stabiliti tutti gli abbinamenti delle Corti d’Appello per la correzione delle prove scritte del 2018. Le prove scritte  non vengono corrette dalla commissione istituita presso le Corti di Appello nel quale si è svolto l'esame ma vengono inviate ad un'altra Corte, quella stabilita nel decreto emanato dal Ministero. Vediamo qui gli abbinamenti per il 2018  per i  gruppi dalla A alla E, mettendo a sinistra il luogo dove si è tenuto l'esame e a destra la Corte d'appello in cui i compiti verranno corretti. [mkd_separator class_name="" type="normal" position="center"...

Continua a leggere

Corte di Giustizia dell’Unione Europea sull’impugnazione degli atti di gara

La Corte di Giustizia decide in merito alla facoltà di impugnazione degli atti di gara. Nella sentenza, resa nella causa C-328/17, si afferma che i legittimati ad impugnare sono solo coloro che hanno partecipato al bando di gara. La linea interpretativa dei giudici amministrativi italiani, nella quasi totalità dei casi, risulta confermata dalla sentenza in esame. In particolare, da un’analisi, offerta dalla Corte, delle norme di cui all'articolo 1, paragrafo 3, della direttiva 89/665, oltre che dell’articolo 1, paragrafo 3, della direttiva 92/13. Il caso di specie, deciso in Corte di Giustizia dopo una vicenda che ha visto anche una rimessione alla Corte Costituzionale,...

Continua a leggere

Parere Penale esame Avvocato 2018: trovate le differenze!

[vc_row triangle_shape="no"][vc_column][vc_column_text] La traccia 1  uscita ieri 12 dicembre all'esame di Stato 2018 è totalmente sovrapponibile alla traccia n. 16 (pagine 179- 183) del Manuale Pratico con Pareri dell'Avv. Marco Zincani, edito a ottobre 2018 dalla casa Editrice Maggioli (collana esame Avvocato). Qui di seguito riportiamo le due tracce! vedete le differenze?   [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row triangle_shape="no"][vc_column width="1/2"][vc_column_text]Traccia 1 - seconda giornata - parere pro veritate in materia di diritto penale. Tizio e Caia sposati da circa 10 anni e residenti in Italia si recano all’estero per fare ricorso alla fecondazione eterologa e portare a termine una gravidanza con surrogazione di maternità consentita dalla Legge che è...

Continua a leggere

Esame Avvocato 2018 terza giornata : atto giudiziario

esame avvocato 2018 atto giudiziario

Finalmente siamo giunti alla terza e ultima giornata dell'esame avvocato 2018, quella dedicata all'Atto Giudiziario. Oggi 13 dicembre gli aspiranti avvocati si troveranno a scegliere tra tre tracce proposte. A seconda delle inclinazioni personali e della conoscenza della materia, durante l'esame d' avvocato potranno decidere liberamente di sviluppare un atto giudiziario in materia civile, penale o amministrativa. Avranno 7 ore di tempo dalla dettatura. Come sempre vi daremo tutti gli aggiornamenti e a fine giornata proporremo le riflessioni sulle tracce pubblicandole  in questa sezione. Clicca qui sotto per le soluzioni degli esami di stato degli anni passati! Tracce e soluzioni esame avvocato 2017 Tracce e soluzioni esame...

Continua a leggere