9-13/15-19

Chiamaci per informazioni

Facebook

Linkedin

diretta live

whatsapp

Area iscritti

EXTRA

Responsabilità medica e interruzione della gravidanza (art. 6 lett. b l. n. 194/1978) in caso di mancata informazione di possibili malformazioni del feto

Formazione Giuridica > Sentenze  > Responsabilità medica e interruzione della gravidanza (art. 6 lett. b l. n. 194/1978) in caso di mancata informazione di possibili malformazioni del feto

Responsabilità medica e interruzione della gravidanza (art. 6 lett. b l. n. 194/1978) in caso di mancata informazione di possibili malformazioni del feto

Cass. civ., III, n. 653 del 2021

“L’accertamento di processi patologici che possono provocare, con apprezzabile grado di probabilità, rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro consente il ricorso all’interruzione volontaria della gravidanza, ai sensi della l. n. 194 del 1978, art. 6, lett. b), laddove determini nella gestante – che sia stata compiutamente informata dei rischi – un grave pericolo per la sua salute fisica o psichica, da accertarsi in concreto e caso per caso, e ciò a prescindere dalla circostanza che l’anomalia o la malformazione si sia già prodotta e risulti strumentalmente o clinicamente accertata; il medico che non informi correttamente e compiutamente la gestante dei rischi di malformazioni fetali correlate a una patologia dalla medesima contratta può essere chiamato a risarcire i danni conseguiti alla mancata interruzione della gravidanza alla quale la donna dimostri che sarebbe ricorsa a fronte di un grave pregiudizio per la sua salute fisica o psichica.”

LEGGI LA SENTENZA PER ESTESO

Nessun commento

Lascia un commento