9-13/15-19

Chiamaci per informazioni

Facebook

Linkedin

diretta live

whatsapp

Area iscritti

EXTRA

Sezioni Unite: è reato la commercializzazione della cannabis light

Formazione Giuridica > Sentenze  > Sentenze penali  > Sezioni Unite: è reato la commercializzazione della cannabis light

Sezioni Unite: è reato la commercializzazione della cannabis light

ll 30 maggio 2019, a seguito della deliberazione in camera di consiglio delle Sezioni Unite, da un’informazione provvisoria si apprende che è stata decisa la seguente questione: «Se le condotte diverse dalla coltivazione di canapa delle varietà di cui al catalogo indicato nell’art. 1, comma 2, della legge 2 dicembre 2016, n. 242, e, in particolare, la commercializzazione di cannabis sativa L., rientrino o meno, e se sì, in quali eventuali limiti, nell’ambito di applicabilità della predetta legge e siano, pertanto, penalmente irrilevanti ai sensi di tale normativa».

In attesa della sentenza, ancora non depositata, dall’informazione provvisoria si apprende che al quesito è stata data soluzione nei seguenti termini: «La commercializzazione di cannabis sativa L. e, in particolare, di foglie, inflorescenze, olio, resina, ottenuti dalla coltivazione della predetta varietà di canapa, non rientra nell’ambito di applicazione della legge n. 242 del 2016, che qualifica come lecita unicamente l’attività di coltivazione di canapa delle varietà iscritte nel Catalogo comune delle specie di piante agricole, ai sensi dell’art. 17 della direttiva 2002/53/CE del Consiglio, del 13 giugno 2002, e che elenca tassativamente i derivati della predetta coltivazione che possono essere commercializzati; pertanto, integrano il reato di cui all’art. 73, commi 1 e 4, d.P.R. n. 309/90, le condotte di cessione, di vendita e, in genere, la commercializzazione al pubblico, a qualsiasi titolo, dei prodotti derivati dalla coltivazione della cannabis sativa L., salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante».

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Nessun commento

Lascia un commento